Book now!
Check-in:
 
Check-out:
 
Booking Online
ENG

TRADITIONS AND LEGENDS

27_carnevale asburgico

Un’attività che si può fare da soli o in compagnia in vacanza all’Hotel Canada, è scoprire la cultura celata nelle stradine e negli edifici più antichi dei piccoli borghi della Val Rendena, all’ombra delle Dolomiti di Brenta, dove storia e miti si mescolano, si confondono e ricompaiono, anche sulle facciate delle chiese affrescate dai “pittori itineranti” che frequentarono la Val Rendena e il Trentino dalla seconda metà del Quattrocento agli inizi del Cinquecento.

Oggetto di tali affreschi sono spesso le antiche leggende della Val Rendena che parlano di mostri nascosti nelle gelide acque di laghi remoti, d’inestimabili tesori custoditi da diavoli e streghe, del pane che non lievitò dopo l’uccisione del vescovo trentino Vigilio a Mortaso.

Diviene così stimolante la visita al misterioso affresco sulla chiesa di San Vigilio, realizzato dal bergamasco Simone Baschenis nel 1539, raffigurante immagini della Danza Macabra e, dello stesso artista, le figurazioni che abbelliscono facciata della chiesa di Santo Stefano.

Molti racconti e leggende della Val Rendena si rifanno ai i cicli nordici e richiamano l’alto medioevo: mostri dei laghi, tesori sorvegliati dal diavolo, streghe e allegorie legate a celebrazioni cristiane quali il Natale, l’Epifania e la Settimana Santa, come questa che vi regaliamo qui sotto…

La leggenda de“ La strega casara”